Home » Sana alimentazione e intestino

Sana alimentazione e intestino

Test del benessere intestinale

Test del benessere intestinale - SILVIA NATUROPATA ERBORISTA

Disturbi come gonfiore, alitosi, bruciori gastrici, pesantezza e cattiva digestione, stitichezza o all’opposto diarree frequenti, sono molto spesso  sintomi di disbiosi intestinale e errori alimentari.

 Esistono 4 costituzioni caratteristiche denominate BIOTIPI che indicano la strada che il corpo ha intrapreso per cercare di riportare un equilibrio a seguito del disagio,  questo denota tipici sintomi sia a livello fisico che a livello emozionale. Per riportare un migliore stato di salute intestinale si può agire in modo più preciso e risolutivo individuando questo BIOTIPO e se è in IPER funzione o in IPO funzione. In seguito è  necessario modificare l’alimentazione secondo i criteri che sono stati stabiliti con l’opertore esperto, e disintossicare o riequilibrare l’organismo con i giusti rimedi per  infiammazione, tensione, intossicazione o carenza dei fermenti appropriati .

Per lavorare a livello emozionale su questi disagi, spesso psicosomatici, sono molto utili i FIORI DI BACH , è necessario scegliere la TUA miscela personalizzata.

Altri utili accorgimenti:

1)Massaggiare la zona addominale, per qualche minuto al giorno con movimenti circolari delle mani,   partendo da destra verso il seno, poi lateralmente verso sinistra e dall’alto a sinistra  verso il basso:

2)Pensare pochi minuti e più volte durante la giornata, di spingere in dentro l’ombelico verso la colonna vertebrale contraendo e raddrizzando le spalle: tale movimento aiuta a mantenere tonici ed elastici pancia ed addome.

3)La pancia è un cervello più basso, metabolizza i bisogni più profondi, le pulsioni primordiali, cioè che di solito la testa non riesce a controllare. A volte il cervello alto mantiene il controllo, mentre in quello basso è in atto una guerra!  Cosa fare: Imparare a tirare fuori la voce della pancia, affrontare gli eventi nel momento in cui si presentano: soprattutto i conflitti. I rospi non vanno ingoiati.

4)FAI AMICIZIA CON LA TUA PANCIA, CHIACCHIERA CON LEI PIU’ SPESSO,  chiedile di cosa ha bisogno!

 

 

Intolleranze alimentari

Intolleranze alimentari - SILVIA NATUROPATA ERBORISTA

INTOLLERANZE ALIMENTARI , il test più completo su 600 alimenti

Riceverai una personale documentazione relativa alla tolleranza verso 600 alimenti, informazioni generali sui comportamenti da adottare, un grafico complessivo dello stato attuale del soggetto riportante il grado di ossidazione, l'equilibrio metabolico, il grado di stress (PNEI). 

Per ogni alimento sono indicate utilissime informazioni sui grassi, carboidrati, indice glicemico ed altro, ma soprattutto troverai un grafico  rilevato dal tuo campione biologico, con importanti indicazioni sul tuo stato generale:

analizzandolo scopriremo da dove provengono i tuoi squilibri corporei:

1) campi geopatici onde elettromagnetiche di disturbo

2) funzionamento del tuo metabolismo

3) risposta del tuo organismo agli stati di stress

4) condizione generale del tuo intestino (disbiosi)

5) condizione dei minerali e vitamine nel tuo corpo.

6) presenza di stati ossidativi di invecchiamento da radicali liberi

* Vedi immagine in alto. 

Inoltre la documentazione, riporta numerosi consigli sullo stile di vita salutare da adottare, consigli alimentari idonei, attività fisica e rilassamento..     

   Cerca il mio studio tra i centri Daphne consultando il sito:

www.daphnelab.com/daphne-point/emilia-romagna.htm#MODENA

http://www.daphnelab.com/silvia-giovetti/

 

Educazione e riequilibrio alimentare

Educazione e riequilibrio alimentare - SILVIA NATUROPATA ERBORISTA

Nel corso degli anni, durante le consulenze che effettuo per la valutazione delle intolleranze alimentari, mi sono resa conto dei disturbi che affliggono la maggior parte delle persone:

Gonfiori e tensioni addominali, ritenzione idrica, stipsi o diarrea cronica, colon irritabile, gastriti, alitosi….ma soprattutto aumento di peso e difficoltà ad adottare da soli un regime equilibrato e idoneo alla salute mantenendolo nel tempo.

Tutti noi possiamo intuire i nostri errori alimentari (abbinamenti errati dei cibi, eccesso di proteine o carboidrati, errata masticazione,  poca varietà…) oppure i cibi che ci fanno male; ma è difficile da soli avere una visione completa del panorama degli squilibri, delle sensibilità del nostro organismo verso certi alimenti, ma soprattutto…come fare per stare bene e togliere i chili di troppo senza soffrire?


Per le scelte più opportune dobbiamo tenere conto delle caratteristiche degli alimenti, delle loro proprietà specifiche e della compatibilità (tollerabilità) con la nostra individualità biochimica. 

Ecco il ruolo dell’educatore alimentare che si forma dopo adeguata conoscenza della chimica e igiene degli alimenti, conoscenza degli elementi nutrizionali, e delle motivazioni culturali che determinano i comportamenti alimentari.
 

Si studiano le abitudini alimentari individuali del cliente per poi suggerire uno stile alimentare e uno stile di vita naturopatico, autoregolativo ed autocompensativo dell’organismo umano che, se messo in condizione di utilizzare efficacemente le proprie risorse, realizza uno sviluppo eccellente sia a livello biologico che cognitivo. Queste sono le prerogative principali per il rafforzamento delle difese immunitarie, dunque un metodo naturale di prevenzione delle malattie. 

STUDIEREMO INSIEME IL TUO NUTRIMENTO!

Incontri di Counselling Nutrizionale

Incontri di Counselling Nutrizionale - SILVIA NATUROPATA ERBORISTA

Il Counselling nutrizionale aiuta a sostenere e sviluppare le potenzialità della persona promuovendo comportamenti consapevoli e attivando le risorse individuali.

Fare del counselling è entrare strategicamente nei meccanismi decisionali del paziente, aiutarlo a trovare il suo modo per cambiare. Si sostiene la persona a ritrovare le energie interiori e le potenzialità per riconquistare il benessere psicofisico e raggiungere il peso desiderato senza imposizioni.

 

CHI  è il COUNSELLOR e di COSA SI OCCUPA? 

 

E' un osservatore attento e partecipe, un agevolatore, che suggerisce le scelte più adeguate alla singola persona, sostiene nel cambiamento e nel recupero delle risorse individuali e accompagna nei momenti chiave della vita, vengono gestite insieme le ricadute verificatasi nel lavoro fatto. gli  favorisce il modificarsi  di atteggiamenti limitanti nei confronti delle esperienze della vita (es. non riesco a seguire una sana alimentazione, sono sbagliata...), offre sostegno per la costruzione di una nuova identità più entusiasta e consapevole, una modificazione costruttiva della personalità (lavoro corporeo sull'autostima).

La conoscenza produce consapevolezza. Il counsellor mette la persona in grado di operare scelte consapevoli e di assumersi le responsabilità sulle proprie scelte quotidiane per promuovere un cambiamento, con l’obiettivo di un maggior benessere e forma fisica. 

Il colloquio motivazionale viene applicato nell'ambito dell'educazione alla salute, nelle situazioni in cui la persona ha difficoltà a riconoscere gli effetti negativi del suo comportamento sullo stato psico-fisico,  nell’ambito del trattamento degli stili di vita centrati sulla dipendenza (es. disturbi del comportamento alimentare).

Si cercherà di rendere il cliente fiducioso nella sua possibilità e capacità di trovare e applicare la giusta soluzione ai suoi problemi e meccanismi devianti.

 

“Il segreto della cura del paziente è il prendersi cura del paziente”

 

(Francis W. Peabody, 1927)

 

Scopri le intolleranze con il test EAV

Scopri le intolleranze con il test EAV - SILVIA NATUROPATA ERBORISTA

Le intolleranze o incompatibilità alimentari sono molto frequenti, i loro sintomi sono vari: aumento di peso, gonfiore addominale  ritenzione idrica, disturbi intestinali, acidità gastrica, cefalea, acne, disturbi renali, dermatosi, psoriasi, forfora, difficoltà di concentrazione, predisposizione a candidosi, alitosi...

Sono ormai estremamente diffuse a causa della industrializzazione e conservazione dei cibi, sono il fattore determinante che rallenta alcune funzionalità metaboliche. Le intolleranze possono incrementare la tendenza ad ingrassare e provocare malesseri acuti e cronici.                    

Come funziona il test EAV (elettroagopuntura secondo Voll)? 

Si tratta di una valutazione BIOENERGETICA. Al contatto con la sostanza 

  o con la sua frequenza responsabile di intolleranza, 

si evidenzia una riduzione energetica nei meridiani corporei testati. 

  

        Il test EAV intolerance search (metodo del Dott. Voll)E’ assolutamente indolore e non invasiva. Schemi alimentari specifici che prevedono la riduzione temporanea dell’assunzione delle sostanze oggetto di intolleranza e l’ uso di idonei integratori erboristici, determinano nel volgere di poche settimane  evidenti miglioramenti dello stato di salute.

 

E’ indicato anche nei bambini.  

E' una valutazione ottimale  per coadiuvare un regime di controllo del peso. 

 

Privacy Policy