Home » I miei articoli » Articolo Garcinia cambogia

Articolo Garcinia cambogia

Garcinia cambogia un aiuto per la linea

Garcinia cambogia un aiuto per la linea - SILVIA NATUROPATA ERBORISTA

Conosciamo meglio la Garcinia Cambogia

La Garcinia Cambogia si ricava da una pianta il cui nome scientifico è Garcinia Gummi– Gutta, nota anche con il nome di Malabar tamarindo. Si presenta come un albero spontaneo tipico degli ambienti tropicali, (Indonesia, india meridionale, Vietnam, Cambogia, Filippine).

Il frutto

Il frutto della Garcinia Cambogia è simile ad una piccola zucca con le dimensioni di un’ arancia, inizialmente di colore verde acceso e a maturazione sul rossastro. La buccia del frutto è utilizzata da secoli dalle popolazioni asiatiche che la consideravano il migliore brucia-grassi naturale, per la sua capacità di ridurre il tessuto adiposo e per l’acidità gastrica.

Dal frutto si estrae appunto la scorza che viene utilizzata sotto forma di estratto secco quindi in compresse o capsule per scopi dimagranti. Evitando che si formi accumulo di tessuto adiposo, è consigliata come coadiuvante nel controllo del peso nei regimi alimentari dietetici. Ecco perché negli ultimi anni è stata considerata una delle piante per eccellenza nelle diete dimagranti.

Le proprietà della Garcinia Cambogia

È nella buccia che troviamo vitamine, carotenoidi, flavonoidi, polisaccaridi, pectine, sali minerali come il calcio lo zinco e il cromo e la sostanza più tipica per cui è così ricercato, l’acido idrossicitrico (HCA).

I principi attivi e la loro funzione per coadiuvare un regime di perdita di peso

Le pectine sono fibre solubili che modulano l’assorbimento intestinale di grassi e zuccheri limitandolo, sono utili contro la stitichezza e fungono da cibo per la flora batterica intestinale.

L’HCA o Acido idrossicitrico è il principio attivo che vanta le proprietà tanto decantate di questa pianta, esso interviene sul metabolismo cellulare dei lipidi in quanto è capace di inibire l’enzima ATP citratoliasi e bloccare la sintesi di acetilcoenzima A, un substrato energetico utilizzato dall’organismo per la sintesi del colesterolo e altri lipidi.

Ciò porta al consumo dei grassi circolanti (con riduzione dei trigliceridi), così gli zuccheri assunti vengono direttamente trasformati in energia e non in grassi. In questo modo si evitano nuovi depositi adiposi e si bruciano le riserve presenti.

Benefici per intestino e umore

Ha anche proprietà lassativa secondaria, dovuta all’azione sul fegato e sulla produzione di bile che solubilizza i grassi e li elimina attraverso l’intestino. L’organismo, avendo a disposizione energia non sente il bisogno di ingerire altro cibo ed avviene la diminuzione dell’appetito.

È noto anche l’effetto di calmare il senso di fame nervosa, un effetto anoressizzante che sembra essere dovuto ad un innalzamento dei livelli di serotonina, l’ormone che ci fa sentire bene.

Data l’azione sui grassi, un’altra capacità utile è di abbassare i livelli del colestrolo LDL e dei trigliceridi ed innalzare il colestrolo buono (LDL) ha quindi proprietà ipocolesterolemizzante.

Le scorze essiccate vantano anche azione antigastrica e digestiva un po’ come la buccia del limone. In effetti HCA è simile al comune acido citrico ma estremamente raro in natura perché si trova solamente nei frutti appartenenti al genere garcinia o in una pianta del genere Hibiscus tipica di Africa e Asia.

Quanta assumerne al giorno

La dose consigliata è circa  500 /2.000 mg di estratto secco  al giorno (250-1000 mg di acido idrossicitrico) di estratto di Garcina Cambogia titolato al 60% in acido idrossicitricoDosi inferiori risulterebbero inefficaci per la perdita di peso. Meglio assumerla circa 20 minuti prima dei pasti con un bicchiere di acqua. A stomaco vuoto si sfrutta l’effetto di contenimento dell’appetito della Garcinia, massimizzandone la biodisponibilità. Spesso la troviamo in integratori per la perdita di peso associata ad altre sostanze naturali che agiscono come attivatori del metabolismo o sull’assorbimento di zuccheri come ad esempio il tè verde, il caffè verde, l’arancio amaro o la gymnema silvestris.

Naturalmente è importante includere l’assunzione della Garcinia Cambogia inserita in un programma di vita sana, attività fisica e dieta ipocalorica per coadiuvare un processo di dimagrimento efficace. L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), non si è ancora espressa a riguardo anche perché non ci sono sufficienti evidenze cliniche che indichino effetti certi e significativi sulla perdita di peso.

Precauzioni da adottare

Gli studi medici effettuati sulla Garcinia Cambogia non hanno riscontrato effetti collaterali rilevanti, anche nel caso di assunzione di dosi elevate.

Se ne sconsiglia l’uso alle donne in gravidanza e in allattamento o di chi soffre di diabete o insulino resistenza e nel caso si assumano medicinali per il colesterolo altoSono stati segnalati alcuni rari casi di effetti collaterali quali mal di stomaco, diarrea, secchezza delle fauci e mal di testa.

Privacy Policy